èTv-Rete 7, protesta e sciopero solidale

Uno 'sciopero alla rovescia', per oggi, in cui viene garantita "la normale programmazione, devolvendo le retribuzioni alle popolazioni terremotate del Centro Italia attraverso la Croce Rossa Italiana". Lo hanno proclamato i dipendenti di éTv-Rete 7 in un "pacchetto di dieci giornate di protesta" contro l'ipotesi di un taglio di posti di lavoro nella struttura. "I dipendenti di èTv-Rete 7, da anni alle prese con una crisi aziendale - si legge in una nota - respingono con fermezza l'ennesima dichiarazione di esuberi da parte dell'editore che vorrebbe tagliare altri 6 posti di lavoro, già ridotti in due anni da 42 a 21. L'annuncio degli esuberi è arrivato dopo la comunicazione di un cambio di proprietà e dopo la vendita del canale 42 ad una società del gruppo Coop Alleanza 3.0". Solidarietà ai lavoratori della storica emittente bolognese è arrivata dal sindaco di Bologna Virginio Merola e dalla presidente dell'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna Simonetta Saliera.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bologna

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...