SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

L'emozione della danza dei Kataklò in "Eureka"

Un nuovo spettacolo al Teatro Il Celebrazioni

Al Teatro Il Celebrazioni, domenica 2 aprile, andrà in scena l'ultima creazione di Giulia Staccioli dei Kataklò Athletic Dance Theatre, Eureka.

 

Eureka (dal greco "ho trovato") come è ben noto rimanda alla celebre esclamazione dell'antico matematico greco Archimede urlata, correndo nudo per la città, per celebrare e condividere con la sua gente una sorprendente scoperta appena avvenuta. Gli strumenti che la coreografa Giulia Staccioli utilizza in Eureka per esprimere le sue idee sceniche sono le stesse che fanno di Kataklò da 20 anni una compagnia dai riconoscimenti internazionali: i gesti intensi, interpretati e mai scontati dei suoi espressivi performer, la scelta di luci suggestive e accattivanti, la ricerca musicale accurata ed eterogenea che spazia da melodie sconosciute a brani che fanno parte della memoria storica e culturale di tutti e i costumi che suggeriscono ambientazioni sempre nuove. I due tempi dello spettacolo sono molto diversi tra loro: il primo è intenso, poetico, evocativo, quasi in bianco e nero e il corpo e la luce sono i veri protagonisti; il secondo invece è colorato, energico, coinvolgente e ironico.

 

5 corpi diversi, 5 percorsi esperienziali ed artistici differenti, 5 capacità interpretative, 5 sensibilità per rispondere agli stimoli creativi della coreografa ma che insieme creano un potentissimo amalgama corporeo, visivo e poetico che riempie i sensi degli spettatori lasciando senza fiato. In Eureka tuttavia i 5 performer hanno una nuova responsabilità e un altrettanto spettacolare difficoltà da gestire: quella di condividere il palco con 5 comparse del pubblico desiderose di far parte in modo attivo e performativo alla riuscita dello show. Si forma così tra Danzatori e Comparse una sorte di diade sempre rinnovata, in cui entrambe le parti sono disposte a creare e mantenere salda un’affinità artistica, fisica e mentale, dando vita ad un rapporto esclusivo, unico e di fiducia reciproca dall’inizio alla fine dello spettacolo. Ogni replica diventa così unica, originale, irripetibile e arricchita dall’elemento umano sempre nuovo che affianca i danzatori e che apporta con originalità la propria fisicità, collaborazione, emozione e disponibilità partecipativa.

 

La partecipazione delle 5 comparse sarà gestita e guidata dalla compagnia con la collaborazione del teatro nei giorni precedenti alla messa in scena dello spettacolo. Nessun spettatore sarà colto di sorpresa e coinvolto in modo forzato; si tratta di candidature spontanee raccolte e valutate dalla coreografa.

 


 

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

Nel frattempo, in altre città d'Italia...